Coronavirus e Influenza: ecco le differenze tra i sintomi

Uno dei problemi più grandi di questa pandemia causata dal COVID-19 è il fatto di essere scoppiata nel periodo influenzale “normale”. I primi sintomi, febbre e tosse, sono infatti facilmente confondibili con un normale stato influenzale. Da qui tutta una serie di ritardi che hanno portato alla situazione attuale italiana, davvero difficoltosa.

Ricordiamo due numeri tanto per renderci conto della portata della cosa. I contagiati da Coronavirus hanno superato le 12mila unità in tutta Italia, con i peggiori focolai nel Nord Italia, ma molti italiani sono costretti a letto con l’influenza comune e il panico in questi casi si crea facilmente.

Le persone di tutte le età, ma soprattutto i più a rischio – soggetti sopra i 65 anni – hanno la paura di non riconoscere la differenza tra i sintomi, questo non fa che aumentare il panico nelle persone.

Cosa accomuna il Coronavirus e l’influenza comune?

Iniziamo parlando dei punti di contatto tra la sindrome influenzale causata dal COVID-19 e quella comune. Entrambe sono sindrome virali e hanno gli stessi sintomi, che sono:

  • febbre
  • tosse
  • dolori muscolari
  • affaticamento generale

Tutti questi sintomi sono comuni ad entrambe le patologie, ma è l’insorgenza che le differenzia e la gravità con cui i sintomi si presentano e perdurano. Vediamo insieme meglio questo aspetto.

Come capire la differenza tra i sintomi di una normale influenza e del Coronavirus?

Esistono alcune diversità tra la comune influenza di stagione e l’infezione virale originata dalla Cina e che in questi giorni l’OMS ha classificato come pandemica.

Come abbiamo appena sottolineato, influenza comune e Coronavirus hanno sintomi molto simili, ma ci sono alcuni aspetti che le differenziano.

I sintomi per l’influenza comune hanno un inizio probabilmente più brutale, con febbre alta e forti dolori, invece sembra che per il Coronavirus inizi il suo corso in modo più sottile, con una febbre meno alta inizialmente ma che perdura e si alza.

Per quanto riguarda tosse e difficoltà respiratorie sono quelle che possono fare la differenza in una individuazione preliminare dell’infezione da Coronavirus. Anch’esse però si presentano e si aggravano più o meno rapidamente a seconda del quadro clinico generale del paziente.

In queste giornate difficili state a casa il più possibile, evitate i contagi per proteggere voi stesse e le persone più deboli della nostra Italia.

Ricerche in crescita in Italia:

Annunci sponsorizzati