Aggiornamenti Coronavirus: contagi, vaccino e consigli utili

La diffusione del coronavirus è stata decisamente rapida, molto più di quelle che sicuramente erano le aspettative iniziali. Attorno a questo argomento si sta creando grande paura e sgomento, uno dei motivi è sicuramente legato al fatto che non esiste, ad oggi, un vaccino.

Perché non esiste un vaccino per il coronavirus?

Non è così semplice trovare il vaccino per un virus che continua a mutare, ma anche fossero in grado di individuarlo in breve termine dobbiamo considerare quello che è l’iter che un vaccino deve seguire per poter essere approvato e commercializzato, ovvero la parte di test su cavie.

Oltre a questo, anche ammettendo di velocizzare il più possibile le tempistiche, non possiamo non tendere in considerazione che sintetizzare il virus è solo il primo passo.

E’ necessario poi produrlo in scala per renderlo disponibile a tutti, cosa che richiede modi e tempi che non si possono esaurire in poche settimane.

Come si trasmette il Coronavirus?

Il coronavirus si trasmette principalmente per via aerea attraverso le goccioline diffuse nell’ambiente mentre parliamo, tossiamo e starnutiamo. Il contagio avviene effettivamente quando queste goccioline, portatrici del virus, vengono a contatto con la mucosa di un’altra persona.
Questo contagio può avvenire in forma diretta, se tossiamo senza coprirci adeguatamente la bocca e queste goccioline raggiungono le persone che ci stanno intorno, ad una distanza inferiore al metro. Oppure un contagio in forma indiretta, se una persona si tocca naso, bocca o occhi (mucose in generale).

Al momento non è affatto confermato il contagio attraverso superfici o feci, ma si consiglia comunque di disinfettare bene le superfici con alcool o altri detergenti che, oltre ai batteri sconfiggano anche i virus.

Quali sono gli accorgimenti principali per evitare di essere contagiati?

Le regole sono molto chiare e molto semplici, non molto diverse da quelle che ci hanno sempre detto le nostre mamme e nonne:

• La cosa principale è quella di lavare frequentemente e accuratamente le mani con acqua e sapone quando si viene a contatti con ambienti pubblici (mezzi di trasporto, uffici pubblici, aule, uffici, ecc)
• L’uso del gel disinfettante a base di alcool è sostitutivo al sapone, da ricorrere cioè in quelle occasioni in cui siamo fuori casa o non abbiamo accesso ad acqua e sapone.
• Altri consigli utili sono quelli di evitare di toccare bocca, naso e occhi (principali vie di accesso del virus) con le mani sporche o venute a contatto con superfici sconosciute o di comune accesso.
• Ricordatevi di coprire naso e bocca con un fazzoletto di carta (da gettare dopo l’uso) o con l’incavo del gomito se fate un colpo di tosse o uno starnuto, oltre alle regole di igiene questo si rifà anche alle regole di buone creanza.
• Cercate in questo periodo di non condividere con altri asciugamani, bicchieri, posate e stoviglie.

La cosa più importante è anche quella di non farsi prendere al panico, cercate di evitare inutili uscite, contatti con persone immunodepresse (per la loro sicurezza) e luoghi molto affollati.

Ricerche in crescita in Italia:

Annunci sponsorizzati