Viganella, il borgo dove il sole scompare per 3 mesi

| Seguici su:

Spesso siamo affascinati dai luoghi che si trovano a latitudini molto estreme, vicine a quelle dei circoli polari, dove il giorno e la notte non funzionano come da noi ma si ha un’alternanza di sei mesi di luce e sei mesi di buio, e ci chiediamo come facciano le popolazioni di quei posto a vivere per 180 giorni senza mai vedere la luce del sole… Per noi mediterranei una cosa davvero incredibile e forse impossibile da sopportare!

Eppure esiste anche in Italia un paese, precisamente il piccolo borgo di Viganella in provincia di Verbano-Cusio-Ossola (Piemonte), che per ben tre mesi non viene mai baciato dai raggi solari

Viganella, il borgo dove il sole scompare per 3 mesi

A Viganella, un borgo edificato nella stretta valle di Antrona, vicino al confine con la Svizzera (vedi mappa sottostante), il sole scompare per quasi tre mesi, dal 13 Novembre al 2 Febbraio, giorno della Candelora quest’ultimo che, a Viganella, è salutato con grande gaudio anche come “giorno della luce”, in quanto appunto i primi timidi raggi tornano finalmente a risplendere sui tetti del freddo paesello (circa 200 gli abitanti che ancora ci vivono). A queste latitudini, un evento incredibile e davvero unico al mondo.

Se alcuni borghi sono famosi per la loro millenaria fragilità (vedi Civita di Bagnoregio) o altri per essere degli splendidi e romantici luoghi abbandonati ancora perfettamente intatti, Viganella deve la sua notorietà a questa singolare notte lunga ben 83 giorni consecutivi, rappresentando un unicum non solo nel panorama italiano.

La realizzazione del “sole artificiale” con il grande specchio rotanteLo specchio di Viganella per la luce solare artificiale

Essendo Viganella un paese di montagna, quindi molto freddo durante i mesi invernali, l’assenza di luce solare rendeva ancora più problematica la vita delle persone, soprattutto anche da un punto di vista umorale e psicologico. E così, nel 2006 (il 17 dicembre, per la precisione), ci fu l’idea (del sindaco Franco Midali e dell’architetto Giacomo Bonzani) di creare una sorta di “sole artificiale” sostitutivo, andando a posizionare, sulla cima del costone di roccia più vicino, grazie all’impiego di un elicottero, un grandissimo specchio rettangolare (8mt x 5mt) per riflettere i raggi solari sulla piazza centrale del borgo. Lo specchio, grazie ad un computer che lo controlla, è in grado di seguire il movimento apparente del sole nel cielo, in modo da convogliare in ogni momento il massimo di luce possibile sul centro del paese.

“In questo modo siamo riusciti a ‘catturare’ il sole e a illuminare la piazza e la chiesa del paese, ridando un po’ di luce alla nostra comunità. Lo scorso anno (2015, n.d.r.) non abbiamo potuto attivarlo per problemi tecnici (ha un motore per farlo muovere e seguire così gli spostamenti del sole). Ma adesso è sistemato ed è tornato a funzionare al meglio”, spiega il sindaco.

Moltissimi sono i curiosi che ogni anno, anche da fuori Italia, si recano “in pellegrinaggio” a Viganella per osservare dal vivo questa strana realizzazione di un “sole artificiale”. Inoltre, lo specchio solare di Viganella, ha anche ispirato un paese Norvegese a fare altrettanto e ad impiegare, sette anni più tardi, la medesima soluzione.

Viganella oggi

A distanza di dieci anni, nell’inverno di Viganella continua a splendere la luce del sole artificiale ma il sindaco attualmente in carica, pur confermando la genialità dell’idea, chiede che adesso questa notorietà del piccolo borgo montano sia tramutata in qualcosa di più, in servizi di accoglienza e per il turismo, in modo che quello specchio si trasformi anche in un nuovo sole metaforico per una ripresa della vita sociale e delle attività della comunità, prima che scompaia del tutto.
Occorrono idee e forze nuove per ricavare un po’ di soldi dalla presenza di turisti e curiosi, in modo da poter realizzare manutenzioni, innovazioni e strutture ricettive migliori.

By continuing to use the site, you agree to the use of Privacy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close