Le stanze illusorie e destabilizzanti dipinte da Peter Kogler | Posti da Visitare, Notizie Incredibili, Fai Da Te, Curiosità, Immagini e Video Divertenti | Natifly

Le stanze illusorie e destabilizzanti dipinte da Peter Kogler

| Seguici su:

Siete pronti ad essere catapultati nel mondo dell’illusione? Perché l’artista austriaco Peter Kogler, che vive e lavora a Vienna, è proprio questo che fa con le sue opere: trasformare gli interni di un edificio in spazi illusori e da vertigine, quasi psichedelici.

In Italia conosciamo la “casa pendente” del parco dei mostri di Bomarzo, una casa dalle pareti e dai pavimenti inclinati che a camminarci dentro fa perdere l’orientamento rispetto all’esterno, andando ad agire sul senso dell’equilibrio e della propria posizione rispetto all’asse orizzontale, e dunque creando vertigine e senso di “mal di mare”.

Peter Kogler invece, non agisce sulle inclinazioni architettoniche della struttura, ma può trasformare qualsiasi normale ambiente interno in uno spazio illusorio; come? Disegnando completamente pareti, pavimenti e soffitti con intricate linee dall’andamento ondulatorio, sia in senso orizzontale che verticale; il nostro cervello, immerso così in questa intrigata e avvolgente rete di linee (solitamente dipinte in nero su sfondo bianco) si trova disorientato, e non riuscendo a trovare stabilità e punti fermi intorno a sé, fa salire dentro di noi il senso di vertigine.

Il nostro sguardo corre veloce lungo le linee in cerca di un punto finale a cui aggrapparsi e su cui focalizzarsi ma che non riesce a trovare, e continua incessantemente a seguire i tratti ondulatori saltando da un all’altro, in una sorta di universo compresso senza fine, senza più un sopra e un sotto, che manda in “tilt” il nostro sistema percettivo e nervoso. Le superfici perdono la loro concretezza bidimensionale per assumere una strana ed illusoria realtà tridimensionale, con finte profondità e protuberanze che vanno ad agire, minandolo, anche il nostro senso stereofonico.

L’effetto corale dell’arte di Kogler (che da più di 30 anni lavora su questo tipo di progetti) è praticamente quello di una deambulazione stranita all’interno di una sala dagli specchi deformanti, per un’esperienza illusoria e destabilizzante, con il “corpo” dell’edificio che sembra muoversi, espandersi e flettersi, deformando l’ambiente in modo non solo innaturale, ma quasi onirico.

Le sue più recenti installazioni sono state in mostra al ING Art Center di Bruxelles e presso ERES-Stiftung a Monaco e nelle immagini incredibili qui sotto potete godervene alcune; pur non essendoci immersi dentro, vedrete che un po’ di capogiro ve lo creeranno comunque, come d’altronde può succedere anche osservando questi altri disegni illusori accuratamente realizzati seguendo ben precise regole percettive.

Illusioni e vertigini negli ambienti di Peter Kogler

Illusioni e vertigini negli ambienti di Peter Kogler

Illusioni e vertigini negli ambienti di Peter Kogler

Illusioni e vertigini negli ambienti di Peter Kogler

Illusioni e vertigini negli ambienti di Peter Kogler

Illusioni e vertigini negli ambienti di Peter Kogler

Illusioni e vertigini negli ambienti di Peter Kogler

Illusioni e vertigini negli ambienti di Peter Kogler

Illusioni e vertigini negli ambienti di Peter Kogler

Illusioni e vertigini negli ambienti di Peter Kogler

By continuing to use the site, you agree to the use of Privacy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close