Mobilità Urbana con Pop.Up, il primo veicolo modulare terra-aria | Posti da Visitare, Notizie Incredibili, Fai Da Te, Curiosità, Immagini e Video Divertenti | Natifly

Mobilità Urbana con Pop.Up, il primo veicolo modulare terra-aria

| Seguici su:

Dal 9 al 19 Marzo 2017 si è tenuto l’87° Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, ovvero il più importate evento dedicato all’automotive che si svolge in Europa.

Nella sezione dedicata ai prototipi e alle innovazioni nel campo della mobilità urbana, quest’anno ha attirato moltissimo l’attenzione del pubblico e degli addetti ai lavori la capsula Pop.up, un veicolo ideato da Italdesign e AirBus, e presentato appunto all’evento svizzero in anteprima mondiale.

Popup airbus al salone di Ginevra

La rivoluzionaria Pop.up: mobilità urbana terra-aria ad impatto zero

Pop.up è un progetto di mobilità urbana davvero rivoluzionario, per due motivi principali:

– è un veicolo totalmente green ovvero ad impatto zero sull’ambiente;

– è un veicolo che, grazie, ad una capsula estraibile, può spostarsi in città sia su ruote come una normale auto, sia volando sopra le case come un drone taxi, evitando così tutta la congestione (e i ritardi) dovuti al traffico.

E’ possibile prenotare un viaggio sul modulo Pop.up in modo semplice e intuitivo attraverso una APP dedicata (una sorta di “drone sharing”); il sistema calcola in automatico il migliore e più veloce tragitto mixando spostamento aereo e come city car.

Stupitevi con questo video, che racconta come potrà essere la nostra mobilità tra pochi anni!

Infatti, come abbiamo già illustrato, grazie a un sistema multi-modale flessibile, una capsula biposto (lunga cica due metri e mezzo e in fibra di carbonio) è in grado di collegarsi a un modulo terrestre o aereo, entrambi alimentati da motori elettrici e dunque a zero emissioni. Il veicolo si muove in autonomia, senza pilota, seguendo al centimetro le traiettorie che gli vengono dettate dal sistema satellitare di bordo. Il decollo e l’atterraggio avvengono in modo verticale, così da sfruttare al meglio qualsiasi area o piazzola di modeste dimensioni che la fitta densità abitativa metropolitana può lasciare disponibile (anche, ad esempio, i tetti piatti dei palazzi).

Ma non solo, e qui arriva davvero l’aspetto rivoluzionario: se siete bloccati nel traffico, il drone, in totale autonomia, arriverà a prelevarvi con la capsula portandovi a destinazione mentre il mezzo ruote farà ritorno da solo al luogo stabilito. Siamo veramente ai confini della fantascienza e a città che assomigliano sempre d più a quelle del film Blade Runner.

Le caratteristiche tecniche e di motorizzazione sono le seguenti: il modulo aereo ha 8 motori elettrici per 136 kW di potenza totale (200 CV), mentre il modulo terrestre dispone di due motori elettrici 60 kW. Sia su terra che in cielo la velocità massima è di 100 km orari (con un’autonomia di 130 chilometri e un tempo di ricarica della batteria di 15 minuti). Pop.up può anche integrarsi e comunicare anche con altri prototipi di AirBus, come ad esempio Hyperloop, il treno ultraveloce da 1000 km/h che intende collegare le più importanti città del mondo.

Mobilità urbana del futuro con il modulo Pop.up di AirBus

By continuing to use the site, you agree to the use of Privacy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close