*/ /*

Foto più incredibili al mondo (parte 1)

| Seguici su:

Con questo primo video sulle foto più incredibili al mondo, vogliamo inaugurare una mini-rubrica settimanale attraverso la quale, ogni giovedì, vi regaleremo 10 foto stupefacenti provenienti da ogni angolo del globo e che sono state scelte in quanto hanno immortalato situazioni irripetibili e, come vedrete, in qualche caso, anche inquietanti e pericolose.
Sotto al video troverete spiegate le dieci immagini nel dettaglio, in modo da apprezzarle maggiormente e magari, se riguardano in particolare qualche luogo incantevole da visitare, avere le informazioni per potervici recare di persona in vacanza!

Foto più incredibili al mondo (parte 1)

Foto #10
Questa fotografia straordinaria è stata presa in un posto chiamato Trolltunga a Odda, in Norvegia.
Trolltunga (parola norvegese che significa “lingua dei troll”), è uno sperone di roccia che si erge orizzontalmente a 700 metri di altezza sopra il lago Ringedalsvatnet, con una vista davvero mozzafiato. Ovviamente non si deve soffrire di vertigini…

Foto #9
Il Leshan Giant Buddha è stato costruito durante la dinastia Tang (618–907AD). È scolpito in una scogliera situata nella parte meridionale della provincia di Sichuan in Cina, vicino alla città di Leshan. È il più grande Buddha di pietra intagliato al mondo (alto 71 metri). Se poi site interessati alle architetture buddhiste, a questo articolo potete conoscere i monasteri più belli al mondo (con spettacolari riprese realizzate mediante droni).

Foto #8
Questa foto fu davvero molto famosa quando fu scattata nel 2003, e fece in breve tempo il giro del mondo. Il titolo è “squalo nell’onda”, ed è una foto reale e inalterata scattata dal fotografo Kurt Jones il 19 aprile 2003, in Australia (è possibile ordinare stampe della foto dal suo sito web.)

Foto #7
Aereoplano colpisce furgone, Guatemala, 1976 (Fotografia di Robert W. Madden).
In avaria, un piccolo aereo si schianta contro un furgone mentre cerca di fare un atterraggio di fortuna su un’autostrada di montagna, vicino a Sanarate. Miracolosamente nessuna delle persone coinvolte ha subito gravi lesioni.
(Dal “Terremoto in Guatemala”, giugno 1976, rivista National Geographic)

Foto #6
Altra foto famosissima, fece il giro del web con il titolo di “Mucca sacra”, ma in realtà non si tratta di una macca ma bensì di un wallaby (un piccolo canguro) e il serpente è un grosso pitone. La foto è stata scattata in Australia occidentale.

Foto #5
La donna che ha caricato questa foto sul web nel 2008, ha descritto così l’evento di quel giorno:
“Ero in visita da mio fratello, a Courtenay, BC. Siamo andati a fare una passeggiata a Seal Bay Park e questa foto è stata scattata alla fine della passeggiata. Stavamo guardando alcuni funghi molto strani in una zona ricoperta di muschi. Io mi sono un po’ allontanata per scattare la foto e non avevo minimamente notato la presenza del lupo finché non siamo tornati a casa e la mamma ha voluto vedere le immagini sul computer. Improvvisamente mio fratello urlò: “Ma che diavolo è quello?”

Foto #4
A prima vista si direbbe uno stranissimo “buco nell’acqua”, un passaggio per chissà quale altra dimensione… quasi come trovarsi in un film di fantascienza. Ma in realtà è un metodo di controllo dello scolo delle acque verso valle all’interno di una diga. Questi “buchi del troppo-pieno” aiutano a prevenire le inondazioni e a non far accumulare troppa acqua nel bacino, che rischierebbe di rompere il muro di tenuta. Situata nella California settentrionale, la diga di Monticello è quella con il più grande “buco del troppo-pieno a sfioro” al mondo.

Foto #3
Il fotografo Thomas P. Peschak racconta così questa sua impressionante foto:
“Volevo scattare una fotografia che immortalasse alla perfezione i nostri sforzi di ricerca per seguire gli squali bianchi usando i kayak. Quando il primo squalo bianco della giornata si mise in coda al nostro kayak, emerse a poco a poco dal fondo del mare. L’ombra scura si trasformò lentamente nella sagoma di un “grande bianco” e nel momento in cui la sua pinna dorsale spezzò la superficie, schiacciai il pulsante… e il resto è storia.”

Foto #2
L’incredibile fotografia, che capita una volta nella vita, di 17 delfini che si muovono all’unisono dentro ad un’onda in direzione di alcuni partecipanti in acqua durante un concorso di surf professionistico. Lo scatto è opera di John Pauling, fotografo di surf sudafricano che realizza servizi legati a questo sport dal lontano 1975.

Foto #1
Il fotografo Bence Máté racconta così questa sua bellissima immagine di natura:
“Stavo fotografando dei colibrì quando sentii vicino a me il rumore acuto e allarmato degli uccelli che reagivano alla presenza di un predatore. A distanza di circa 50 metri vidi comparire questo brillante serpente verde. Un incontro tra i più emozionanti della mia vita! Impostai rapidamente due flash per aumentare la luce e la velocità dell’otturatore, cercando di cogliere al meglio la scena che mi si stava mostrando agli occhi.”

By continuing to use the site, you agree to the use of Privacy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close