Civita di Bagnoregio: informazioni turistiche, foto, video e meteo | Posti da Visitare, Notizie Incredibili, Fai Da Te, Curiosità, Immagini e Video Divertenti | Natifly

Civita di Bagnoregio: informazioni turistiche, foto, video e meteo

| Seguici su:

Civita di Bagnoregio in provincia di Viterbo (Lazio),  è composta in realtà da due paesi collocati a breve distanza uno dall’altro. Bagnoregio, la cittadina più moderna, e poi Civita, il borgo medievale vero e proprio, arroccato a 484 metri di altezza s.l.m., che purtroppo rischia costantemente di perdere i suoi edifici a causa delle continue frane dello sperone di tufo (vedi ultimo paragrafo di questo articolo), che mettono seriamente a rischio la sua stabilità e sopravvivenza.

Il Borgo di Civita è situato su una collina, accessibile soltanto a piedi (dunque niente auto e smog all’interno del paese e nel meraviglioso centro storico) per mezzo di un lungo ponte in pietra e cemento molto ripido, che lo unisce a Bagnoregio (nome che deriva da Balneum Regis, per via di acque termali presenti in loco), il paese dove la maggior parte degli abitanti si è trasferita per motivi di sicurezza.

Civita di Bagnoregio oggi

Oggi, Civita di Bagnoregio ha solo circa 10 residenti stabili tutto l’anno, così pochi che è stata soprannominata “la città che muore” (espressione coniata dallo scrittore Bonaventura Tecchi, 1896-1968). Molti degli edifici, a Civita, vengono acquistati da ricchi italiani che vengono qui per le vacanze. Tuttavia la città soffre della costante erosione della sua roccia vulcanica nella valle sottostante e per questa fragilità di tutto il complesso, è sicuramente uno dei luoghi più affascinanti da visitare, prima magari che qualche crollo più consistente ne mini del tutto la fruibilità.

Civita di Bagnoregio: uno dei luoghi più carichi di fascino in Italia e sicuramente da visitare

La piazza di Civita di Bagnoregio

Civita è una città medievale affascinante, quasi del tutto intatta dal Rinascimento.

La cittadella di Civita di Bagnoregio è situata sulla vetta di un notevole colle e offre di sé uno spettacolo incomparabile a chi la osserva dai punti panoramici di Bagnoregio.

Una foto spettacolare di Civita di Bagnoregio arroccata sul suo colle

Nonostante questo, la bellezza del posto fa si che ogni anno sia visitata da circa trecentomila turisti e curiosi provenienti da tutto il mondo (come un altro stupendo borgo laziale, Sperlonga). La visione del paese è particolarmente suggestiva, infatti, a causa della sua posizione continuamente soggetta all’erosione; lo sperone di roccia su cui è adagiata la città va man mano assottigliandosi, accentuando così nello spettatore questo senso di fragilità e delicatezza.

L’accesso al paese, dal 2013, ha un costo di € 1,50 a persona, soldi che aiutano l’amministrazione comunale ad avere un fondo per le impegnative e continue opere di stabilità delle fondamenta che ogni anno è necessario fare (da tenere presente che l’impressionante velocità di erosione dei calanchi, su cui è costruita, è di circa 7 centimetri all’anno e che già gli Etruschi si adoperarono per cercare di arginare questa erosione, cosa che riuscì poi molto meglio ai Romani).

Per la sua bellezza e unicità, Civita di Bagnoregio ha fatto anche da set a numerose produzioni artistiche, televisive e cinematografiche ed ha un procedimento in corso per essere inserita nei borghi Patrimonio dell’Unesco.

Civita di Bagnoregio: un bellissimo video panoramico

Qui sotto un bellissimo video del borgo di Civita di Bagnoregio ripreso da un drone.

A seguire un altro bellissimo video creato dagli scatti di un fotografo durante il suo viaggio di nozze in Italia, e che descrive Civita di Bagnoregio con queste parole cariche di fascino ed emozione:

“Uno dei luoghi più interessanti che abbiamo visitato era Civita di Bagnoregio, che è fondamentalmente una piccola città su una roccia gigantesca, circondata da 360 gradi da un grande canyon. L’unico modo per arrivare è attraverso un lungo ponte denominato “Devil’s Bridge”. Una volta dentro, la tranquilla città si apre in un piccolo labirinto di sentieri e vicoli, pieni di bellezza nascosta dietro ogni angolo. Civita è solo una delle tante sorprendenti meraviglie che si trovano in tutta Italia.”

Civita di Bagnoregio: cosa si dice di lei su TripAdvisor

Essendo una delle attrazioni più ricercate d’Italia, come abbiamo visto anche dal numero incredibile di turisti che la visita ogni anno, Civita di Bagnoregio non poteva mancare su TripAdvisor con il suo bel punteggio, scaturito dalla media dei recensori:

Civita di Bagnoregio su TripAdvisor

Ma vediamo, al di là dei numeri, cosa si dice realmente nei commenti su questo splendido borgo da parte di chi l’ha visitato. Gli aggettivi che più ritornano sono “incantato”, “magico”, “meraviglioso”, “stupendo”; si invita a non farsi scoraggiare dal tratto a piedi, perché poi tutto sarà ripagato dall’atmosfera del centro storico e dal panorama mozzafiato!

Si raccomanda di visitare Civita di Bagnoregio di giorno ma anche, e soprattutto, di sera e di notte, perché meno affollata e perché l’effetto romantico aumenta, con le luci accese che la fanno somigliare ad un fragile presepe e i ristorantini dove poter consumare una cena squisita a base di prelibatezze del posto (ci sono anche bar e piccoli e graziosi bed and breakfast in cui passare la notte).

E voi che non ci siete ancora stati, per quando avete in messo in calendario una visita a Civita di Bagnoregio?

Civita di Bagnoregio di notte

Civita di Bagnoregio: cosa vedere

Civita d Bagnoregio, come abbiamo già detto, è un borgo attraversato dalla storia e passato sotto diverse dominazioni che le hanno lasciato in dote monumenti ed edifici di rilevante interesse. Uno di questi è sicuramente l’antica Chiesa di San Donato dell’annus dominis 600. Poi abbiamo la Chiesa di Sant’Agostino che, nei secoli, ha cambiato la propria struttura ed estetica dall’iniziale romanica a quella gotica. Altro edificio religioso da visitare è sicuramente la Chiesa di San Bonaventura da Bagnoregio, luogo di culto molto rinomato.

A Civita di Bagnoregio è inoltre possibile dedicarsi anche alla cultura più laica, grazie alla presenza del Museo Geologico e delle Frane (quale posto sarebbe più idoneo?) e il Museo Taruffi, con auto e moto d’epoca.
Assolutamente da non perdere è il Belvedere, che circonda quasi tutto il borgo e dal quale è possibile godere di viste spettacolari a 360° su tutta la valle circostante, con le spettacolari formazioni argillose e tufacee dei calanchi.
Per coloro che oltre alla cultura amano dedicarsi anche allo shopping, segnaliamo la presenza di diversi negozi e soprattutto di molte botteghe artigiane, dove acquistare souvenir di valore fatti a mano.

Durante la visita vi suggeriamo anche di fare qualche pausa relax nelle enoteche o presso osterie tipiche per l’assaggio di ricette locali (come i picciarelli, la carne di cinghiale i tartufi, i funghi porcini, ecc.).
Nelle vicinanze di Civita di Bagnoregio è possibile godersi il Lago di Bolsena, il Parco dei Mostri di Bomarzo e Villa Lante.

Civita di Bagnoregio: informazioni, mappa e meteo

Comune di Civita di Bagnoregio
Piazza S. Agostino, 21
01022 Bagnoregio (VT)
Tel. +39 0761.78.08.15/8
Fax +39 0761.78.08.37
E-mail: [email protected]

Pro Loco
Tel. +39 0761.78.08.33

Porta del Parco
Tel. +39 0761.76.00.53

Biglietteria
Tel. +39 324.86.60.940
Sito Web: www.facebook.com/civitainfopoint

Orari Biglietteria
Tutti i giorni, tutto l’anno:
8.00 – 20.00

Costo del biglietto per accesso al paese
Dal 1° Agosto 2017 entrerà in vigore una nuova politica dei prezzi per tentare di arginare il turismo di massa che, alla lunga, potrebbe addirittura produrre dei danni al fragile borgo. Il costo per l’entrata al paese sarà di € 3,00 nei giorni feriali e di € 5,00 nei festivi (restano comunque in vigore alcune eccezioni ad ingresso gratuito per varie categorie di persone).
Da quest’anno (2017) inoltre, sarà attivo anche il sistema con “biglietto elettronico”, innovazione importante che permetterà all’amministrazione di avere dati statistici di varia tipologia sugli accessi al borgo che poi, analizzati, risulteranno di fondamentale importanza per migliorare costantemente l’offerta turistica. Il biglietto può essere acquistato anche online.

Notizia del 10 Agosto 2017: Nonostante l’aumento del biglietto gli accessi a Civita di Bagnoregio registrati nei primi dieci giorni di Agosto sono i più alti di sempre (aumento da imputare soprattutto ai visitatori stranieri: il 60% delle presenze complessive sono infatti costituite da cinesi, americani e tedeschi).

Le informazioni qui fornite potrebbero subire variazioni e quindi vi invitiamo ad informarvi personalmente presso l’apposito ufficio turistico.

Il Meteo in tempo reale a Civita di Bagnoregio

Dove mangiare e dove dormire a Civita di Bagnoregio

Il Borgo di Civita offre al visitatore molti posti in cui mangiare, dal ristorante alla trattoria, tutti comunque accomunati dalla possibilità di gustare piatti della tradizione laziale.

Nel centro del borgo troverete l’ottimo ristorante Alma Civita (+39 0761 792415), una location stupenda con una sala ipogea risalente addirittura agli etruschi. Lo chef cucina squisitamente portate della tradizione riviste in chiave moderna e anche la carta dei vini è buona. E’ al primo posto di apprezzamento tra gli utenti di TripAdvisor.
Se invece amate qualcosa di più semplice e di un break “alla mano” per spezzare la giornata, vi consigliamo la trattoria L’Arco del Gusto (+39 0761 792524), bottega tradizionale dai genuini ed ottimi sapori locali, dove potrete assaggiare le rinomate focacce ripiene. Altra possibilità ancora è la romantica Osteria al Forno di Agnese (+39 340 125 9721) dove vi sarà possibile gustare ottimi primi e secondi della tradizione locale seduti a tavoli disposti su ampia terrazza con pergola all’aperto, circondata dal verde. Altre eccellenti location per mangiare sono Hostaria La Cantina (+39 339 588 6654) e Il Pozzo dei Desideri (+39 348 038 7815).

Per quanto riguarda il pernottamento, nel piccolo borgo di Civita non vi sono hotel ma potrete trovare eccellente ospitalità in b&b e camere in affitto, alcune delle quali messe a disposizione dagli stessi proprietari delle locande, come Alma Civita Rooms e la Locanda della Buona Ventura.
Altre location davvero eccezionali nel centro di Civita di Bagnoregio, ricavate in antichi palazzi storici, sono il bed and breakfast Libera Mente e Il Paradiso degl’Innocenti; ogni soluzione scelta (e su Booking.com ne potete trovare anche tante altre) è assolutamente di alto livello e con tutti i confort inclusi.

Civita di Bagnoregio – Il pericolo dei crolli e delle frane

Civita di Bagnoregio, come abbiamo ampiamente illustrato nell’articolo, è dall’antichità che lotta ogni giorno per “restare in piedi” e, nonostante ingenti somme vengano spese ogni anno per consolidare le fondamenta, il pericolo di crolli e piccole frane è costantemente in agguato. Dal video qui sotto, andato in onda sul Tg1 nel 2013, viene diramata la notizia della scelta dell’amministrazione di far pagare l’ingresso al paese appunto per creare un fondo salva-Bagnoregio.

Ma i lavori, pur certamente mettendo in sicurezza le aree più a rischio non possono evitare del tutto gli smottamenti, e infatti, già nel 2015, si era verificato un evento franoso che aveva destato preoccupazione; la cosa si è poi ripetuta anche alcuni giorni fa, il 10 Luglio 2017, con il crollo di un costone tufaceo ripreso in diretta da un turista (Valter Tortolini) e che potete vedere nel video qui sotto condiviso dallo stesso su Youtube.

Civita di Bagnoregio, per evitare di morire, ha dunque bisogno dell’aiuto di tutti; andiamola a visitare e contribuiamo ad aumentare i fondi per i lavori di consolidamento del fragile terreno u cui è edificata. Perdere un borgo antico e meraviglioso come questo sarebbe una ferita veramente gravissima per tutta l’Italia.

Il futuro di Civita e i lavori di risanamento

Attualmente Civita di Bagnoregio ha un flusso turistico di circa 10.000 presenze al giorno nei mesi di alta stagione. Secondo molti studi recenti questo flusso di persone è veramente troppo alto e può risultare addirittura dannoso per il fragile paese. E’ per questo motivo che l’amministrazione ha deciso, proprio del 1° Agosto 2017, di aumentare il prezzo di ingresso, ma anche noi tutti, per quanto possibile, cerchiamo di recarci a visitarla in bassa stagione o nei giorni feriali, in modo da “spalmare” le visite su un arco di tempo il più ampio possibile.

E proprio grazie al prezzo del biglietto per l’ingresso al borgo, il sindaco parla di tutto quello che è già possibile fare nel’immediato con i soldi disponibili:
“Oltre all’azzeramento delle tasse per i residenti, gli introiti dei biglietti serviranno per migliorare e mettere in sicurezza la rupe. Circa 700 mila euro sono già disponibili: già appaltati i lavori di rifacimento della pavimentazione e della ringhiera del ponte, oltre al consolidamento dei pilastri portanti. A breve anche un intervento sulla piazza centrale, dove verrà sostituita la terra attuale con una speciale che riduce la dispersione di polvere, pur mantenendone intatto l’aspetto.”

Paolo Crepet, cittadino di Civita di Bagnoregio e famoso psicologo, ha sottolineato come sia urgente, per la sicurezza pubblica, intervenire al più presto con lavori importanti, ad esempio ripristinando la “via di fuga” verso Lubriano.

Nel 2018 uscirà nella sale il film di Alessandro Genovesi, girato proprio a Civita, “Matrimonio Italiano”, con protagonisti Diego Abatantuono e Monica Guerritore, che rappresenterà certamente un’ulteriore vetrina di promozione per il piccolo borgo laziale, con la speranza dunque che, per quella data, tante cose sian già state fatte.

By continuing to use the site, you agree to the use of Privacy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close