10 storie vere segnate da coincidenze assolutamente incredibili | Posti da Visitare, Notizie Incredibili, Fai Da Te, Curiosità, Immagini e Video Divertenti | Natifly

10 storie vere segnate da coincidenze assolutamente incredibili

| Seguici su:

A tutti noi, nel corso della vita, sono sicuramente capitati, in prima persona o a persone a noi vicine, degli accadimenti diciamo insoliti, determinati da una qualche incredibile coincidenza difficile da spiegare. E non c’è neanche bisogno di fare molti sforzi con la memoria, perché quando queste storie incredibili ti attraversano, ti rimangono ben impresse per sempre.

Il grande psicoanalista Carl Gustav Jung tentò nel 1950 di spiegare questi fenomeni con la teoria della sincronicità, ovvero delle coincidenze significative. La trappola mentale in cui cadiamo di fronte a questi eventi è quella, secondo Jung, di volerli collegare con nessi di causa-effetto come siamo abituati a fare normalmente nella vita quotidiana con tutto ciò che ci accade, ma secondo lo psicologo questo è un errore, e dobbiamo vederli piuttosto come due accadimenti che succedono nello stesso istante ma che sono collegati tra loro da altri piani di significato.

“Voglio dire per sincronicità le coincidenze, che non sono infrequenti, di stati soggettivi e fatti oggettivi che non si possono spiegare causalmente, almeno con le nostre risorse attuali” (C. G. Jung).

Che siano o no spiegabili, quando ci ritroviamo parte in causa di una coincidenza (piccola o grande che sia), lo stupore che proviamo è sempre molto grande, forse perché in quel momento sperimentiamo davvero qualcosa che è molto vicino a ciò che chiamiamo Fato o Destino.

Vediamo allora, nel proseguo di questo articolo, 10 storie in cui le coincidenze sono davvero incredibili!

10 storie vere segnate da coincidenze assolutamente incredibili

Coincidenze incredibili #1 – Il libro di storie dell’infanzia

Jack Frost e altre storieLa scrittrice americana Anna Parish è in vacanza con il marito a Parigi, quando, girellando per un mercatino all’aperto, nota su un banco il libro Jack Frost e altre storie.
Si avvicina contenta, mostrando al marito che quello era stato il libro più amato da leggere quando era bambina. Il marito lo prende in mano e comincia a sfogliarlo quando, nel risvolto della copertina, trova scritto a penna “Anne Parish, 209 N. Weber Street, Colorado Springs”.
Quello, incredibilmente, era esattamente il libro posseduto dalla moglie tanti anni prima e arrivato su quella bancarella parigina chissà dopo quali peripezie…

Coincidenze incredibili #2 – Il giocatore di poker

Nel 1858, in una locanda del West americano, un uomo che stava vincendo a poker la bella somma di 600 dollari (davvero molti a quel tempo!) viene accusato dagli altri tre di barare e gli sparano seduta stante. Così muore Robert Fallon. I tre si rivolgono ai presenti in sala per sapere se ci fosse qualcuno disposto a proseguire nel gioco con i 600 dollari del morto, e alla fine si fa avanti un giovane ragazzo. In poche mani il nuovo giocatore trasforma i 600 dollari in 2.200, quando all’improvviso irrompe la polizia. Dalle indagini seguenti emergerà che il giovane che era subentrato dopo l’uccisione dell’uomo era proprio il figlio di questi. Il ragazzo ne era assolutamente all’oscuro, dato il padre aveva lasciato la famiglia quando era piccolo e non ne aveva avuto più notizie.

Coincidenze incredibili #3 – Morti contemporanee

Due gemelli finlandesi muoiono entrambi nell’arco di un’ora, a qualche chilometro di distanza, entrambi per un incidente stradale. Il primo investito d un’auto mentre andava in bicicletta e il secondo in un frontale con un camion.

Coincidenze incredibili #4 – Cannibalismo tra finzione e realtà

Le avventure di Arthur Gordon PymIl famoso scrittore gotico Edgar Allan Poe, nel suo racconto “La storia di Arthur Gordon Pym”, fa riferimento ad un certo personaggio di nome Richard Parker che in seguito ad un naufragio, insieme ad alti compagni, si rende protagonista di atti di cannibalismo per sopravvivere.
Quattro anni dopo l’uscita del libro, la nave Mignonette fa naufragio e su quattro superstiti, i 3 più forti decidono di uccidere e di cibarsi del più giovane e debole, un certo Richard Parker.

Coincidenze incredibili #5 – Somiglianze Regali

Umberto I di SavoiaUmberto I di Savoia, durante un viaggio di rappresentanza, si fermò a rifocillarsi in una locanda vicino Monza.
Rimase colpito quanto lui e il proprietario si somigliassero, quasi fossero gemelli. Approfondendo il discorso si scoprì che erano nati lo stesso giorno dello stesso anno nella stessa città e che la madre di entrambi si chiamava Margherita.
E, anche se ancora non potevano saperlo, sarebbero morti a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro, entrambi per un colpo di arma da fuoco.

Coincidenze incredibili #6 – L’uomo salva bambini

A Detroit, negli anni ’30, il signor Joseph Figlock si troverà per ben due volte, a distanza di circa un anno, a passare sotto la finestra di un palazzo e a salvare, prendendolo al volo, lo stesso bambino in caduta della finestra del terzo piano. Quando si dice “l’angelo custode”…

Coincidenze incredibili #7 – Sviluppi fotografici

Una signora tedesca è in vacanza a Strasburgo e un fotografo si offre di fare alcune foto al figlio di circa 4 anni. Alcuni giorni dopo viene però annunciato lo scoppio della Prima Guerra Mondiale e la donna fa precipitosamente ritorno in Germania. Finita la guerra, la signora decide di portare la seconda nata, a fare delle foto in uno studio fotografico. Una settimana dopo gli scatti, il fotografo la chiama e le dice che purtroppo dovranno essere rifatti perché sulla pellicola che aveva acquistato (evidentemente una pellicola usata venduta per nuova) erano già impresse delle immagini: indovinate voi quali?

Coincidenze incredibili #8 – Anthony Hopkins

Anthony HopkinsAnche il grandissimo attore Anthony Hopkins è stato “vittima” di un’incredibile coincidenza. Nel 1973 accettò infatti una parte in un film tratto dal romanzo “The Girl From Petrovka” ma purtroppo in tutta Londra non se ne riusciva a trovare neanche una copia. Nei giorni seguenti, passeggiando nei pressi della stazione, ne trovò proprio un volume abbandonato su una panchina. Ma la cosa, già abbastanza straordinaria, non finisce qui.
Quel libro era esattamente quello del suo regista, che del tempo prima lo aveva prestato ad un’altra persona che poi lo aveva smarrito in quanto lasciato nell’auto che gli era stata rubata.

Coincidenze incredibili #9 – Gemelli si nasce

Due fratelli gemelli, identici, furono separati alla nascita e affidati a famiglie diverse. Entrambi furono chiamati Jim, entrambi studiarono giurisprudenza e fecero i muratori, sposarono un donna di nome Linda e diedero al figlio il nome di James Allan. Ebbero un cane di nome Toy e si risposarono entrambi con una donna di nome Betty. Gemelli si nasce, e lo si resta per sempre.

Coincidenze incredibili #10 – Vendetta post-mortem

Questa storia sembra uscita da un racconto di E. A. Poe ma è assolutamente vera e prende inizio nel 1883 quando Henry Ziegland lascia in malo modo la sua ragazza che, per la sofferenza, si uccide.
Il fratello di lei, colmo di ira, si reca da Henry Ziegland per ucciderlo e gli spara. Credendolo morto si suicida. Ma Henry Ziegland non era morto: il proiettile lo aveva attraversato in una zona del corpo non vitale e si era conficcato in un grosso albero alle sue spalle.
Anni dopo, Ziegland decide di eliminare quell’albero dalla sua proprietà, ma era così grande che dovette munirsi di dinamite per poterlo far saltare. Nello scoppio, il proiettile schizzò via e questa volta uccise davvero Henry Ziegland, colpendolo alla testa.

By continuing to use the site, you agree to the use of Privacy. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close